Consigli, Suggerimenti, Verità per Ricordare cio che siamo, ovvero operatori di Luce, Amore, Pace, Gioia
 
PortalePortale  ForumForum  GalleriaGalleria  OsservatorioOsservatorio  DownloadDownload  IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Buon fruttarismo sostenibile

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Amore
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 26.03.09
Età : 44
Località : Paradiso Interiore

MessaggioTitolo: Buon fruttarismo sostenibile   Gio Gen 03, 2013 4:19 pm

Buon fruttarismo sostenibile!



Che il 2013 possa iniziare con i migliori presupposti e le migliori intenzioni per tutti voi!


Mi piace pensare che in questo anno ci saranno importanti accadimenti utili ad un “salto quantico” del paradigma di questa società.
Chi accoglierà il cambiamento ne raccoglierà i frutti. Mi piace credere che nel 2013 torneremo alla piena SOVRANITA’ individuale (alimentare,
monetaria, territoriale, sanitaria, …)
Ciò sarà possibile solo studiando a fondo l’uomo e le sue origini antropologiche e mettendo da parte i deleteri e inutili bisogni indotti che la società del dio denaro ci propina continuamente.



Colgo l’occasione per ringraziare Tanya per il coraggioso e serio lavoro pionieristico realizzato attraverso il suo blog http://fruitanya.blogspot.it/





Un altro ringraziamento di cuore a tutti gli studiosi che hanno contribuito alla stesura del monumentale testo scientifico Progetto3M che potrete scaricare gratuitamente su http://specieumanaprogetto3m.blogspot.it/




Milano – 7 dicembre 2012 – Conferenza di Max Gaetano


Andrea Conti, Max Gaetano e Duncan MacLeod – ABC del fruttarismo sostenibile – Terni – 22-12-12




study SPECIE UMANA PROGETTO 3M, da scaricare e leggere study
http://contiandrea.files.wordpress.com/2013/01/specie-umana-progetto-3m-rev.pdf


Convegno olistico “The day after” 22/12/12 – Terni


Christof: Tu hai paura… per questo non puoi andare via. Stai tranquillo… ti capisco. Ho seguito ogni istante della tua vita. Ti ho seguito quando sei nato. Ti ho seguito quando hai mosso i tuoi primi passi. Ti ho seguito nel tuo primo giorno di scuola. Il momento in cui hai perso il tuo primo dentino… come fai ad andartene? Il tuo posto è qui, con me! Dai… dì qualcosa… accidenti Truman, vuoi parlare?, siamo in televisione! Sei in diretta mondiale!

Truman: Casomai non vi rivedessi… buon pomeriggio, buona sera e buona notte! dal film “The Truman Show”







Morpheus: È la tua ultima occasione, se rinunci non ne avrai altre.
Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e
crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle
meraviglie, e vedrai quant’è profonda la tana del bianconiglio. Ti sto
offrendo solo la verità, ricordalo. Niente di più.
dal film “Matrix”

Agente Smith: Desidero condividere
con te una geniale intuizione che ho avuto, durante la mia missione qui.
Mi è capitato mentre cercavo di classificare la vostra specie.
Improvvisamente ho capito che voi non siete dei veri mammiferi: tutti i mammiferi di questo pianeta d’istinto sviluppano un naturale equilibrio con l’ambiente circostante, cosa che voi umani non fate. Vi insediate in una zona e vi moltiplicate, vi moltiplicate finché ogni risorsa naturale non si esaurisce. E l’unico modo in cui sapete sopravvivere è quello di spostarvi in un’altra zona ricca. C’è un altro organismo su questo pianeta che adotta lo stesso comportamento, e sai qual è? Il virus. Gli esseri umani sono un’infezione estesa, un cancro per questo pianeta: siete una piaga. E noi siamo la cura. dal film “Matrix”

La mela – Ritorno all’Eden



L’albero della vita, il melo






In questo ultimo anno l’articolo “La mela: il frutto dal volto umano” ha suscitato notevole interesse in rete.
In molti lo hanno divulgato, in alcuni casi ha ottenuto conferme dai lettori, in altri ha sollevato polemiche… sicuramente non è passato
inosservato.
Da 3 anni circa sto revisionando il mio modo di concepire l’uomo, il suo vero potenziale fisico-spirituale e il suo nutrimento. Credo sempre più che etichettare l’uomo come fruttariano sia riduttivo e non veritiero.

La verità potrebbe essere molto più grande ed entusiasmante di quanto si possa credere.



La scienza al servizio dell’uomo
Finalmente molte delle ricerche scientifiche più complete ed avanzate al mondo sono state tradotte in forma anonima in un unico testo e messe a disposizione gratuitamente.
Queste ricerche sono frutto del sudore di scienziati specializzati nelle materie più disparate:

PALEOANTROPOLOGIA MODERNA – ANATOMIA COMPARATA – MORFOFUNZIOLOGIA COMPARATA FITOZOOLOGICA – FISIOLOGIA COMPARATA – SCIENZA dell’ALIMENTAZIONE MODERNA – MEDICINA MODERNA – PATOLOGIA MODERNA – TERAPEUTICA MODERNA – GERONTOLOGIA MODERNA
– ECOSISTEMICA MODERNA.


Tali studi semplificano il modo di concepire la vita dell’uomo e la sua simbiosi con la natura: renderebbero questo pianeta un vero e proprio Eden nel momento in cui fossero presi in considerazione dalla massa critica.
I risvolti positivi per la specie umana potrebbero essere grandiosi già nel giro di pochi anni.
Sparirebbe la fame nel mondo. Per procacciarsi cibo non verrebbe schiavizzato nessun animale e nessun uomo, né la terra sarebbe sfruttata, inquinata e impoverita di nutrienti e insetti/animali simbionti per meri fini economici. Le ricchezze della terra verrebbero gestite in modo molto più proficuo, semplice e utile per l’uomo.

Si raggiungerebbe la perfetta simbiosi tra l’uomo e il pianeta che lo ospita.



Potrebbe iniziare una bellissima transizione verso una società completamente immune a qualsiasi patologia, in primis cancro, diabete, problematiche circolatorie, patologie neurologiche, depressione.

La società potrebbe basarsi sulla ricchezza e non sul debito, potrebbe nascere la società della collaborazione e non della competizione sleale. Ci si potrebbe svincolare una volta per tutte dal condizionamento delle grandi industrie che controllano il pianeta e far approvare i brevetti di free energy bloccati dagli interessi economici dell’1% della popolazione mondiale… si potrebbe passare dalla società del dEnarO alla società del dOnarE.

Tutti gli animali sono monotrofici
Ultimamente insieme ad un gruppo di ragazzi tendenti al fruttarismo sostenibile ho condiviso ricerche, testi scientifici e sperimentazioni alimentari.



Siamo giunti ad una nuovissima quanto interessante conclusione: l’uomo sembra nascere biochimicamente come essere malivoro (da “malus=mela”).
Come ogni altro animale anche l’uomo è monotrofico, ma sa adattarsi ad altre forme di nutrimento… ed è quello che ha fatto in particolar modo da quando ci fu la prima glaciazione.
Voglio sottolinearlo… tutti gli animali sono monotrofici, ovvero hanno un cibo elettivo adatto alla propria specie, che privilegiano in modo istintivo fin dalla nascita.



Le balene mangiano solo plancton, le giraffe mangiano foglie di acacia, il koala mangia foglie di eucalipto, la mucca mangia un solo tipo di erba, il formichiere mangia formiche e così via.
Esistono poi forme di adattamento all’ambiente, ma quando ci si discosta dal cibo elettivo la qualità e la durata della vita subiscono delle inflessioni importanti.



Nessuno ha mai pensato che una giraffa sia un’estremista perchè nonostante i suoi grandi denti non mangia carne. Chi può reputare esaltato il koala perchè privilegia foglie di eucalipto a tutte le altre? Nessuno può giudicare una mucca riduzionista perchè si limita a mangiare erba (70 kg al giorno! Senza condirla poi. Da folli!).



Eppure se qualcuno dovesse reputare l’uomo malivoro verrebbe facilmente considerato estremista.
L’unico animale sulla faccia della terra che necessita di studiare, ricercare, sperimentare e fare convegni per dimostrare a se stesso la sua natura monotrofica è l’uomo. Vien da riflettere.

Le forme di nutrimento adattativo per l’uomo sono innumerevoli.

Più queste sono vicine alle proprietà della mela, più sono affini al suo DNA e alla sua intrinseca longevità; più invece sono dense o difficili da smaltire, maggiori saranno le complicanze per il corpo umano sul lungo periodo.

Chi è inciampato sulla mela?

Sembra che coloro che si sono avvicinati più di altri in passato a queste conoscenze ci abbiano lasciati per morte prematura misteriosa.



Arnold Ehret al termine di un suo convegno, mentre si avviava a piedi , ufficialmente si fracassò il cranio contro un marciapiede “inciampando”… nessuno era con lui al momento dell’incidente.
Ehret stava cambiando il modo di concepire la medicina di quel tempo. Fu tra i primi a parlare in modo scientifico ed analitico della
possibilità di vivere di sola aria per periodi prolungati di tempo, sfruttando le componenti dell’Ossigeno e dell’Azoto.
Fu molto furbo nell’introdurre in modo soft, dolce, quasi romantico alcune intuizioni riguardanti il nutrimento pranico, riuscendo a non sollevare quelle che potevano essere facili polemiche per quei tempi.
Tra queste intuizioni vi era anche il fatto che l’uomo potesse vivere per un tempo indeterminato, in perfetta forma, con una dieta monofrutta di mele.
Significativa fu la poesia che scrisse come introduzione al libro che lo rese famoso nel mondo.



Ehret dà ad intendere metaforicamente che tornare all’Eden è possibile ancora oggi, tramite la mela.“Mai la razza umana Sbarazzerà il corpo dai suoi rifiuti Fino a quando la mela non prenderà il posto Del simbolo della croce”

Il sistema marcio (che oggi sta crollando inesorabilmente) ha sempre eliminato personaggi scomodi; basti pensare alla fine che hanno fatto
Pasolini, Aldo Moro, Kennedy, Lincoln, Arrigo Molinari, ecc.

I motivi per cui Ehret potrebbe esser stato eliminato sono molti… basti pensare che un uomo più consapevole del proprio potenziale e
indipendente può veramente spaventare chi cerca di controllarci da secoli e chi ha in mano l’industria dei farmaci, le banche e le armi di distrAzione di massa (media).

Una nuova età dell’oro
Non oso immaginare le miracolose ripercussioni sociali conseguenti all’esistenza di nonni o bisnonni ultracentenari completamente lucidi,
in forma smagliante e consapevoli dei fatti storici realmente accaduti. Educherebbero nipoti e trisnipoti fino alla loro maggiore età parlando loro del vero concetto di salute, libertà, consapevolezza, revisionismo storico, alimentazione consapevole, inutilità dei vaccini, sovranità sanitaria/alimentare/monetaria.

Questo è il tempo del cambiamento e se prima era necessario scrivere dei libri ed essere pubblicizzati per poter essere conosciuti dalla massa, oggi è possibile tradurre gli studi di scienziati provenienti da tutto il mondo e renderli pubblici e GRATUITI tramite la rete.

Tutta la mia gratitudine va agli scienziati che hanno voluto divulgare liberamente queste informazioni in un unico testo, perchè lo hanno fatto per interesse dell’umanità e non per un tornaconto personale materiale. In fondo all’articolo avrete l’opportunità di scaricarlo e diffonderlo.

Si è bypassato il sistema e ormai queste informazioni potranno essere divulgate in modo inarrestabile grazie alla rete.

Prima l’umanità accoglierà e comprenderà il messaggio, prima avverrà l’inizio di una nuova Era.

L’età dell’oro sta tornando.

-I discepoli dissero a Gesù, “Dicci, come verrà la nostra fine?”
Gesù disse, “Avete dunque trovato il principio, che cercate la fine? Vedete, la fine sarà dove è il principio.
Beato colui che si situa al principio: perché conoscerà la fine e non sperimenterà la morte.”-
Tommaso, 18-1

-Un giorno Gesù ci spiegò i segreti delle stelle: Era mattino di Primavera. Dall’alto di un colle vedevamo, nella pianura lontana, sorgere il Sole là dove all’orizzonte ancora brillava una luminosa costellazione “Passano le costellazioni, disse
Gesù, dopo l’ariete i Pesci. E poi verrà il segno dell’Acquario. Allora l’uomo scoprirà che i morti sono vivi e che la morte stessa non
esiste”- dal Primo Vangelo di Tommaso



- Questo libro è stato scritto col metodo intertestuale moderno, cioè con la formattazione derivata dall’interazione tra molte
centinaia di scienziati specialistinelle singole discipline scientifiche provenienti da tutto il pianeta (diverse decine di essi, a seconda dell’argomento, per ogni capitolo, paragrafo o singolo settore di quest’ultimo) che hanno unito i risultati delle ricerche
scientifiche più avanzate in assoluto. Questa monumentale opera intrisa di scienza può cambiare le sorti dell’umanità e salvare il mondo .

Legame tra latte materno e cibo post-svezzamento








Tutti coloro che si interessano di alimentazione naturale sanno che il latte materno in fase di svezzamento è il miglior nutriente sulla faccia della terra per il piccolo della propria specie.
Il latte di ogni specie presenta enzimi e fermenti adatti all’accrescimento esclusivo di quella specie.
Ricapitolando il latte umano al ‘cucciolo’ di uomo, il latte vaccino al vitello, il latte di capra al capretto e così via.



Un’analisi che non viene mai fatta riguarda invece lo stretto legame tra il latte umano e il nostro cibo elettivo.
Il latte di ogni mammifero ha una quantità proteica che va ad abbassarsi sempre più durante la lattazione suggerendo quale sarà il carico proteico del cibo post-svezzamento.

Il più alto fabbisogno proteico? Durante l’allattamento!



Il quantitativo proteico all’interno del periodo di lattazione va a diminuire nel tempo per ogni specie di mammifero.
Ciò dimostra che il più alto fabbisogno proteico di tutti i mammiferi è nel periodo dell’allattamento.
Il colostro umano ha l’1,9% di proteine il primo giorno di allattamento. Man mano che l’individuo cresce diminuisce il fabbisogno proteico; ecco dunque che il carico proteico del latte materno scende dopo una settimana a 1,5%.
Nei mesi successivi arriva a 0,8% e tocca un minimo di 0,38% dopo 2-3 anni (tempo raccomandato di allattamento).
La diminuzione media della percentuale proteica durante la lattazione coincide perfettamente con quella di tutti gli altri mammiferi: oltre quattro volte!

Un solo cibo ha un carico proteico inferiore a 0,38%

Tutti i mammiferi non solo sono monotrofici, ma dopo l’allattamento e per tutta la vita si nutrono di un cibo elettivo con carico proteico più basso rispetto al latte materno.

La natura è perfetta, si sa, e in questo caso sembra urlare: “il tuo cibo elettivo ha un carico proteico più basso!!!”
Quale è l’UNICO alimento con % proteica più bassa di 0,38%?


Ne esiste solo uno tra tutti i cibi e tra tutta la frutta!
Solo la melaha un carico proteico che va dallo 0,35 allo 0,18.
Il latte umano dimostra scientificamente che non solo la nostra specie è la più fruttivora tra tutte le altre (il nostro latte ha la % proteica più bassa tra tutti i mammiferi!), ma addirittura indica la composizione biochimica del frutto post-svezzamento più adatto a noi: la mela!
Un qualsiasi animale che si nutra del proprio cibo elettivo ha un assorbimento proteico del 100%.







Per un melariano una % proteica di poco superiore allo 0, associata alle enormi virtù della mela, è perfettamente adatta e salutare.
Se si ingeriscono troppe proteine esse costituiranno uno scarto metabolico che dovrà essere eliminato incrementando l’acidosi e il fabbisogno proteico indotto.

fonte: https://contiandrea.wordpress.com/


sunny
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://operatoridiluce.forumattivo.com
 
Buon fruttarismo sostenibile
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» buon primo maggio a tutti
» BUON COMPLEANNO KIKKA
» Buon Compleanno Holly !
» Verso un'educazione sostenibile- segnalazione di un libro
» buongiorno e buon lunedì

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Operatori di Luce :: Salute e Benessere, Biologico :: Fruttarianismo-
Andare verso: