Consigli, Suggerimenti, Verità per Ricordare cio che siamo, ovvero operatori di Luce, Amore, Pace, Gioia
 
PortalePortale  ForumForum  GalleriaGalleria  OsservatorioOsservatorio  DownloadDownload  IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 4 - GLI ANNI DELLA TRASMUTAZIONE NEW AGE 1987 / 2012

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Amore
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 420
Data d'iscrizione : 26.03.09
Età : 44
Località : Paradiso Interiore

MessaggioOggetto: 4 - GLI ANNI DELLA TRASMUTAZIONE NEW AGE 1987 / 2012   Ven Mar 27, 2009 11:43 pm

Anima multidimensionale
Un'anima nella nostra dimensione di densità energetica è matura quando può sintetizzare e concludere le sue esperienze fisiche di apprendimento delle elementari per passare alla scuola successiva. Per comprendere che cosa questo significhi si deve però prima sapere che cos'è un'anima. Le seguenti esposizioni rispecchiano necessariamente soltanto una realtà rudimentale. L' anima è una conformazione energetica multidimensionale che esiste in molte sfere e possiede molti aspetti con i quali impara e raccoglie esperienze finché, giunta a maturazione, passa all'integrazione. Integrazione, integrazione dell'anima significa che i vari aspetti di un'anima, anche i sé paralleli, i sé alternativi, chiamati anche personalità parziali o coicarnazioni, cominciano a prendere contatto tra loro e imparano ad accettare e integrare reciprocamente il loro punto di vista differente. Il collegamento tra questi aspetti viene stabilito dalla sfera dell'anima i cui schemi vibratori di base sono il comune denominatore di questi sé paralleli, ragion per cui vengono attratti reciprocamente. L'effetto magnetico più forte viene esercitato su tutti gli altri da quel sé parallelo che ha già sviluppato nella sfera fisica un forte collegamento animico. Nel corso di questo processo tutti gli aspetti dell'anima o le personalità parziali cominciano gradualmente a collegarsi in un gruppo animico. Questo processo d'integrazione sta adesso avvenendo qui sulla Terra in molte persone. Al momento attuale le loro anime hanno consapevolmente sulla Terra un aspetto incarnato, quindi una personalità terrena, perché vogliono ora riunire e integrare - in questa sfera, in una sola personalità terrena matura - tutti i loro aspetti non ancora integrati. E motivo è di nuovo la situazione Mahatma che si trova attualmente su 383 pianeti. Le nostre anime, e precisamente le nostre anime superiori, hanno chiesto aiuto all'energia Mahatma per questo processo d'integrazione, e l'energia Mahatma è intervenuta all'epoca della Convergenza Armonica per soddisfare questa richiesta.

Mahatma vede 100 volte meglio
Il processo d'integrazione ce lo possiamo immaginare così: Le nostre anime superiori sono paragonabili ai produttori e ai tintori di lana che, nel corso di milioni di anni, hanno generato in numerosi sistemi solari innumerevoli fili di lana (un filo è pari ad una vita umana), di diverso colore e struttura, e adesso hanno bisogno di esperti per tessere questo materiale e farne degli eccellenti tappeti dai disegni magnifici. Le nostre anime superiori non sono in grado di farlo da sole, non disponendo della visione globale da una tale altezza (la massima frequenza vibratoria) come l'energia Mahatma. Gli specialisti Mahatma vedono e tolgono inquinamenti, errori di struttura e raddensamenti nelle energie di un'anima che nemmeno un maestro così grande come Vywamus riesce a riconoscere. Secondo Vywamus, gli specialisti Mahatma vedono 100 volte meglio di lui. Inoltre, l'energia Mahatma, quando viene richiesto il suo intervento, ha la facoltà di agire e detiene poteri decisionali preclusi agli altri maestri spirituali. Gli insegnanti e maestri spirituali fungono piuttosto da consulenti e assistenti, mentre gli specialisti Mahatma assumono nel contempo la funzione di Guide delle anime, Guide dotate di pieni poteri che eseguono un piano architettonico, come un impresario che congiunge o integra adesso tutti gli aspetti dell'anima. Esse dispongono dei collegamenti, aiutanti e strumenti necessari a tale scopo.

La dimensione galattica dell'anima
Per maggior precisione, a questo punto va chiarito ancora qualcosa: la nostra anima vera e propria o anima superiore, ha allo stesso tempo il suo quartier generale nel Centro Galattico, e più precisamente nel Centro Galattico si trova quell'anima principale che invia perlomeno dodici aspetti di sé nella dimensione immediatamente sottostante. Questo grado animico solare dirige poi nelle dimensioni più dense i cieli d'incarnazione nella sfera della personalità, ossia l'apprendimento dell'ABC, finché le lezioni potranno essere sintetizzate e concluse. Quando parliamo, al momento attuale, dell'integrazione dell'anima intendiamo, di norma, l'integrazione della sfera della personalità nel grado solare immediatamente superiore che è il passo simultaneo o successivo nella dimensione galattica dell'anima - a seconda dell'individuo e del grado di evoluzione. E questo sta avvenendo adesso in molte persone. Non solo ci congiungiamo con tutti i nostri sé paralleli terreni o co-incarnazioni, bensì anche con quelli che mai furono sulla Terra e con quelli che fin'ora erano focalizzati sulla quarta, quinta e sesta dimensione di densità energetica. L'uomo terreno, completamente evoluto, con la sua struttura del DNA a 12 spirali, ne è il punto focale fisico. L'energia Mahatma ci viene in aiuto adesso in questo processo. Come accennato, essa abbraccia tutte le dimensioni della nostra Fonte, dirige però la parte principale del processo d'integrazione a partire dal Centro Galattico, ossia attraverso la dimensione galattica dell'anima, e cioè con un esercito di scienziati galattici che sono specializzati nel mutare il nostro vecchio corpo terreno non illuminato in un corpo galattico illuminato. In questo contesto la parola illuminazione non si riferisce soltanto alla mistica, ma anche alla biofisica. Il corpo galattico splende e, irradia in maniera più luminosa e più intensa, in effetti misurabile, ed è in grado di metabolizzare la luce, come spiegheremo più avanti.

Fino al 2012
Possiamo supporre che entro il 2012 tutte le anime mature avranno iniziato questo processo Mahatma. Ma perché il 2012? Questo è il periodo di tempo datoci per il processo d'integrazione e cioè per due motivi principali: 1. Alla fine del dicembre 2012 si conclude una fase importante nel computo del tempo galattico basato sul calendario Maya, e nel medesimo anno il nostro sole entra in congiunzione con il Centro Galattico. Le condizioni energetiche permetteranno allora che il nostro pianeta entri nella quinta dimensione di densità energetica e che il nostro sistema solare venga riposizionato galatticamente. La Terra e l'intera umanità dovrebbero quindi essersi preparate al passaggio di dimensione entro quella data. 2. I collaboratori importanti del Centro Galattico spirituale che ci hanno soccorso durante il periodo di transizione, ossia i nostri confratelli e consorelle animici più anziani di Arturio, secondo Kryon, hanno un contratto di servizio per la Terra che scade nel 2012, dopo di che potranno rivolgere altrove la loro attenzione. Non dovremmo perciò indugiare a lungo se ci vogliamo servire del loro aiuto. Come già accennato, la Guida Mahatma, tuttavia, accompagnerà quelle anime con le quali ha iniziato a lavorare a livello individuale, fino alla fine di questo Giorno Cosmico, integrando sempre più sfere animiche, anche più elevate, anzi perfino energie che si trovano al di là dell'energia della nostra anima e della nostra anima superiore.

Il potenziale
L'uomo galattico finito, spirituale, completamente evoluto, è in risonanza con la nuova griglia magnetica planetaria e cioè con l'intero sistema dei suoi quattro corpi. Energeticamente è androgino, anche se costretto in un corpo maschile o femminile, ha però riunito in sé il flusso energetico maschile e femminile facendone un flusso ideale.

L'essere umano galattico è:

- chiarosenziente
- chiaroudente
- chiaroveggente
- in grado di comunicare telepaticamente
- se ne intende di telecinesi se ne intende di teleportazione se ne intende di materializzazione e dematerializzazione
- può ringiovanire il suo corpo, ossia non va più soggetto al processo d'invecchiamento
- può dirigere con la coscienza il concepimento e la procreazione
- è sostenuto in questo dal fatto che il cervello dell'uomo galattico è riattivato al 100% al contrario degli attuali 10-15 % negli umani odierni
- La caratteristica principale è però l'apertura del cuore
- vero e proprio barometro dell'evoluzione spirituale.

Molte delle doti sopra citate possono essere apprese anche se il cuore non è ancora così aperto, oppure in certe civiltà su altri sistemi stellari sono presenti già dalla nascita. L’uorno galattico spirituale ha invece integrato molte qualità del cuore, tra cui:

gioia
umiltà
onestà
fiducia
humour
empatia
serenità
armonia
pazienza
apertura
coraggio
saggezza
pacificità
ricettività
dedizione
tolleranza
gentilezza
gratitudine
chiari intenti
collegamento
sicurezza di sé
calma interiore
facoltà di perdonare
amore incondizionato
facoltà di comunicazione
apprezzamento dei valori

Bilanciare, integrare e stabilizzare, trasformare o trasmutare, qualunque parola, preferiate, essa significa in questo caso - per semplificare - cancellare nella coscienza tutti i blocchi, tutti gli scherni di credo o convinzioni, tutti i programmi che ostacolano le predette qualità del Cuore.

Schemi o credo erronei
Questi programmi da togliere sono schemi di credo o convinzioni che abbiamo assunto sul piano fisico nel corso di molte incarnazioni, oppure anche già prima. Gli schemi che non ci servono più li riconosciamo al meglio sulla base di situázioni difficili nelle quali incappiamo: l'uomo crea infatti la propria realtà in base al suo modo dì pensare e percepire, e delle sue programmazioni nel subconscio. A nessuno capita un qualcosa se non ha un programma di risonanza nel subconscio. Questa è una delle leggi cosmiche più importanti che l'uomo in fase di maturazione deve imparare a comprendere. Le situazioni di vita in cui si trova una persona permettono di dedurre quali schemi di credo inconsci stanno a monte. Situazioni d'apprendimento piuttosto difficili continueranno a presentarsi finché sarà sciolto il relativo schema errato. Anche le lezioni che abbiamo nel corpo fisico, malattie o malformazioni, fanno dedurre quali schemi o credo errati nel subconscio l'uomo dovrebbe ora affrontare. Se ci occupiamo di questi schemi li possiamo riconoscere mentalmente, passo dopo passo, ma per scioglierli non è sufficiente riconoscerli mentalmente dato che anche il corpo emotivo deve poter comprendere ed accettare il cambiamento che il corpo mentale desidera addurre. Il corpo emotivo non lavora coi pensieri, ma con sentimenti e simboli, le sue convinzioni però sono altrettanto valide e significative quanto quelle del corpo mentale. Per questo il corpo mentale deve poter trasmettere al corpo emotivo, in forma appropriata, le sue deduzioni sugli schemi di credo o convinzioni errate. Prima che il corpo emotivo abbandoni vecchi schemi di comportamento per accoglierne dei nuovi, deve essere infatti convinto che i nuovi schemi tengano conto delle sue esigenze quanto i vecchi. Il seguente esempio ce lo può illustrare: se siamo annegati in molte vite, la paura dell'acqua nata in quei momenti viene trasmessa di vita in vita. Soltanto quando l'avremo superata, smetteremo di creare scenari di annegamenti o a mantenere la paura per i pericoli dell'acqua. Per questo il corpo emotivo deve speri mentare, vivere l'acqua come un elemento che può anche reggere il corpo ed essergli utile.

I pensieri sono energie
Come si formano gli schemi energetici che ci bloccano? Rendiamoci conto che sentimenti e pensieri sono energie - producono quindi scherni energetici. Un'esperienza affetta da emozioni produce, per esempio, un determinato schema vibratorio corrispondente, al contenuto dell'esperienza. Se l'energia emotiva può sprigionare completamente la sua vibrazione, quanto sperimentato viene integrato come lezione e serve direttamente all'ulteriore sviluppo della coscienza. Se la componente emotiva dell'esperienza viene invece repressa perché l'individuo è nell'impossibilità di viverla, in tal caso lo schema energetico abbassa la frequenza divenendo sempre più lento finché entra in un campo al di sotto del conscio formandovi un cristallo energetico cupo dove viene compressa e memorizzata l'intera esperienza associata all'emozione repressa. Tali cristalli si formano per esempio quando programmazioni di proibizioni ci dicono che in una determinata situazione non possiamo reagire emotivamente, oppure quando un'esperienza difficile si conclude con la morte e la vibrazione dell'emozione connessa non può prima essere sprigionata dal corpo fisico. Questo processo rammenta forse lontanamente il funzionamento di un computer che memorizza i nostri documenti in cartelle che appaiono sul monitor come piccoli simboli. I documenti allestiti in un dato momento si possono poi aprire attivandoli con un doppio clic del mouse. Tali simboli, rispettivamente cristallizzazioni, sono memorizzati in abbondanza nel nostro corpo eterico, e con le loro corrispondenze anche nel sistema nervo so, nelle ghiandole, in tutti gli organi e tessuti del corpo dove attendono di essere attivati per essere elaborati - ossia finché i sentimenti incamerati vengono espulsi sotto forma di vibrazione, e le lezioni impartite dalle rispettive vicissitudini possono essere integrate nel conscio. Questi cristalli possono essere attivati in vari modi. Può bastare il solo suono di una voce o una cadenza musicale. Anche l'aspetto di una persona può far scattare l'attivazione, uno sguardo, un movimento, un odore, un pensiero, un tocco,. un sentimento.Tutto e qualsiasi cosa possono attivare un tale programma. Quando ciò si verifica, nella vita di una persona sorgono -a seconda del suo tempo di apprendimento - una oppure parecchie scene susseguentisi e simili tra loro, in cui la situazione del passato viene ripetuta, secondo il principio di apprendimento, sprigionando la vibrazione del potenziale di sentimenti negativi ad essa connessi. Quando si elabora il cosiddetto karma, si libera dai blocchi, cioè dalle cristallizzazioni nelle cellule, il sistema dei quattro corpi, dunque anche il corpo fisico.

Ricevere la grazia dal Raggio Argenteo
Sovente si presentano in un organo innumerevoli cristalli che hanno memorizzato esperienze di analogo contenuto. Ora, con la nuova struttura energetica del nostro pianeta, non dobbiamo più elaborare tutti questi cristalli uno ad uno. Una volta sciolto il potenziale di sentimenti negativi in alcuni cristalli, integrando il loro potenziale di apprendimento, possiamo chiedere all'energia del Raggio Argenteo di farci grazia degli schemì energetici di simile contenuto non appena questi verranno attivati. Quando ci si accorge che una determinata situazione di apprendimento continua a ripresentarsi e si è convinti di averla capita una volta per tutte, allora si può invocare la grazia. Tale invocazione avviene nel seguente modo: ci sediamo e chiediamo - meglio se ad alta voce - al Raggio Argenteo della Grazia di sciogliere gli schemi karmici. Chi è capace di visualizzare, s'immagini il Raggio di Grazia come una neve perlacea ed iridescente, cosi facendo richiamiamo quest'energia e poi esprimiamo la richiesta. Quanto più si è chiaroveggenti e chiaroudenti, tanto più nettamente si riconoscerà e percepirà come l'energia ci compenetra e scioglie le cristallizzazioni nel Corpo. Sovente la si percepisce come una doccia interna. Riprenderò più avanti l'argomento. Ovunque si sciolgono i cristalli, si eleva la frequenza nella parte interessata del sistema dei quattro corpi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://operatoridiluce.forumattivo.com
 
4 - GLI ANNI DELLA TRASMUTAZIONE NEW AGE 1987 / 2012
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La scuola materna
» errore nella compilazione della dichiarazione Mud
» da lettere a scienze della formazione primaria....
» Sentirsi morire a 20 anni,mi chiedo se sia normale.
» Sentenza della Corte Costituzionale n.127 dell'8 aprile 2010 (centri di raccolta)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Operatori di Luce :: Noi TUTTI Operatori di Luce :: Alcune Strade di Verità-
Andare verso: